.

.

sabato 3 giugno 2017

BlogTour "Diabolic" S.J Kincaid: 6° Tappa - Recensione


Ben Ritrovati amici,
oggi ultima grande tappa del Blogtour dedicato a questo Distopico Young Adult edito Mondadori. Diabolic di S.J. Kincaid è il primo di una trilogia davvero molto promettente, dalle incredibili atmosfere fantascientifiche mozzafiato. Ecco a voi la recensione...




Titolo: Diabolic (The Diabolic #1)
Editore: Mondadori
Autrice: S.J. Kincaid

Data di pubblicazione: 30 maggio 2017 
Prezzo: 19,90 €
Pagine: 360



Un Diabolic non conosce la pietà. Un Diabolic è potente. Un Diabolic ha un solo compito: proteggere la persona per la quale è stato creato. E per farlo è disposto a uccidere. Nemesis è un Diabolic, una umanoide teenager creata per proteggere Sidonia, la figlia di un senatore della galassia. Le due sono cresciute l’una accanto all’altra ma il loro non è un rapporto tra pari. Nemenis, se necessario, darà la vita per Sidonia, e sarà felice di farlo. Quando l’Imperatore viene a sapere che il padre di Sidonia sta per unirsi a una rivolta contro di lui, convoca la ragazza a corte con l’intento di prenderla in ostaggio. Per Nemesis c’è solo un modo per proteggerla: sostituirsi a lei e partire alla volta della corte imperiale, un mondo di politici corrotti e voltafaccia. Mentre l’incombere della ribellione inizia a far tremare l’impero, Nemesis inizia a scoprire in sé un’umanità più vera di quella incontrata tra gli stessi umani. E proprio questa umanità potrebbe essere la chiave per salvare se stessa e forse anche l’impero...



The Diabolic Series:

1.  Diabolic
2. (The Diabolic #2) The Empress, in USA nel 2017
3. (The Diabolic #3) Senza titolo, in USA prossimamente



Carissimi lettori, oggi ho il grandissimo onore ( per me lo è davvero) di parlarvi di un romanzo distopico dalle atmosfere futuristiche sci-fi che mi ha letteralmente travolto, stravolto e fatto impazzire...tutto questo, in maniera assolutamente positiva! Eh si, mentre sto scrivendo questa recensione, ho ancora lo stomaco annodato per via delle fortissime emozioni che ogni singola pagina di Diabolic mi ha fatto provare. Ho la più totale certezza che questo romanzo sia uno dei libri più belli nel suo genere di quest’anno, e ancora una volta la Mondadori ha mantenuto fede alla grafica della cover originale; cosa più che apprezzata poichè anche la copertina è una stupenda metafora del percorso interiore che la protagonista, la diabolic Nemesis, compie durante il corso della storia. La farfalla, per antonomasia, rappresenta proprio il simbolo del cambiamento, della trasformazione, un mix di vita passata e futura. Ma partiamo dal principio...



Nemesis è una Diabolic, un’umanoide creata in laboratorio, una creatura letale, spietata, nata per uccidere, nelle cui vene scorrono rabbia e paura e dalla potenza fisica ultraterrena che nessun altro essere vivente nell’universo può eguagliare. La perfetta guardia del corpo per Sidonia, unica figlia del senatore Impyrean al quale, una volta cresciuta, sarebbe succeduta come senatrice tra le più potenti famiglie della galassia. Chi meglio di una Diabolic come Nemesis per proteggerla, data l’importante posizione politica della sua famiglia? Nonostante l’affetto per Sidonia le sia stato instillato artificialmente, Nemesis sviluppa con lei un legame quasi simbiotico, forte e assoluto. Un legame che non può essere solo frutto della fredda tecnologia. La loro è una forma d’amore molto particolare, platonica, che va oltre l’amicizia ma non sfocia mai in attrazione fisica; quasi come se condividessero un solo cuore e una sola anima, molto simile al legame inscindibile tra gemelli. Nemesis è pronta a morire in qualsiasi momento pur di proteggere Sidonia, si spingerebbe oltre ogni limite per lei. E l'occasione le si presenterà quando il senatore Impyrean, con le sue idee progressiste sulla diffusione della conoscenza e della ricerca scientifica, attirerà l’ira dell’Imperatore galattico Randevald Domitrian, che reclamerà a corte Sidonia per tenerla in ostaggio. Gli Impyrean non possono permettersi di perdere la loro unica speranza di futuro, e per questo, sarà compito di Nemesis prendere il posto di Sidonia, dopo accurate modofiche fisiche. Nonostante la reticenza di Sidonia ad accettare questo piano rischioso, Nemesis intraprenderà un viaggio spaziale e un percorso mentale che la porteranno a scoprire i lati più subdoli, perversi, oscuri e meschini del genere umano all’interno della corte imperiale, ma nel quale scoprirà anche il suo personale lato umano, appassionato,quell’umanità che non sapeva potesse celarsi dentro di lei, che non le sembrava possibile possedere davvero vista la sua natura artificiale.



Giorno dopo giorno, cominciano a farsi strada in lei emozioni e sentimenti nuovi, sconosciuti, come la compassione, il dolore e cosa ancora più incredibile, l’amore spontaneo e incondizionato per Tyrus Domitrian, nipote ed unico successore del crudele zio Imperatore. La sua fama di pazzo gli ha sempre permesso di proteggersi dalle mire doppiogiochiste della sua famiglia senza cuore, ma sarà proprio Nemesis l’unica alla quale Tyrus si aprirà completamente, dimostrandosi un giovane uomo forte, coraggioso, intelligente, con un grande senso della giustizia, spietato quando serve e pieno di passione. Intrighi, violenza e morte tenteranno in ogni modo di strappare a Nemesis tutto ciò che ha di più caro, e per lei non sarà facile destreggiarsi tra le conseguenze della sua nuova umanità acquisita e gli ostacoli di un potere opprimente che è pronto a schiacciare e distruggere chiunque e qualunque cosa pur di mantenere intatta la sua supremazia...


La mia vita non aveva avuto forma né scopo o dignità fino al giorno in cui vi era apparsa Sidonia. Non c’era stata compassione, né traccia di significato finché non ero stata legata a lei e, per la prima volta, avevo imparato ad amare qualcosa. 

Ebbene si! Sono ufficialmente innamorata di questo libro! Una storia così epica e ricca d’adrenalina e sentimento è piuttosto rara, ed io in Diabolic l’ho decisamente trovata, e non ne potrei essere più conteta ed entusiasta! Un ritmo narrativo incalzante e coinvolgente, un intreccio di vicende al cardiopalma che non ha nulla da invidiare alla serie de “Il trono di spade” (che io, per inciso, amo alla follia!), personaggi ricchi di personalità, forte carisma ed imprevedibili, ambientazioni spaziali immense e spettacolari da togliere il fiato. S.J. Kincaid ha dato vita ad un intero universo incredibilmente originale e sorprendente, che mi ha lasciata sbalordita e incredula, in preda a milioni di emozioni, assolutamente geniale! 



Attraverso gli occhi di Nemesis, unica voce narrante, scopriamo come la magia e l’intensità dei sentimenti umani possano cambiare anche una creatura apparentemente fredda e spietata come lei. La sua natura inumana la rende un personaggio che suscita molta curiosità e interesse, e che nel corso della storia ha suscitato in me molta ammirazione nei suoi confronti. Una vera arma letale in un corpo da donna, ma anche così piena di fervore, ardore e passione. Un connubio di perfezione e fragilità davvero esposivo! Nonostante Nemesis e Sidonia siano due personaggi femminili agli antipodi, l’armonia e la dolcezza del loro rapporto è qualcosa di veramente unico e toccante. Per Sidonia, Nemesis è tutt’altro che una servitrice o una proprietà su cui esercitare potere; è la sua vera famiglia, mentre i suoi genitori sono troppo impegnati a mantenere uno status sociale alto, è il sicuro rifugio che le offre pace e serenità. Separarsi è per entrambe come perdere un pezzo di loro stesse, ma si rivelerà necessario, soprattutto per Nemesis, affinchè possa scoprire che anche un Diabolic, un’essere senz’anima, è capace di provare invece sentimenti propri, reali e intensi, spesso più forti di quelli di un essere umano. Non lo trovate incredibile? Io assolutamente si, ed è stato l’aspetto che più mi ha fatto stringere il cuore durante la lettura. Tutto ciò poi si intensifica ancora di più con l’entrata in gioco in sordina di Tyrus... Ehhhh che dire di lui? Astuto come una volpe, intelligente, acuto e bellissimo, ha sempre sfruttato il suo essere anticonvenzionale per poter sopravvivere all’ignobile famiglia regnante della quale non si è mai sentito parte. Sin dalla sua prima apparizione nel romanzo mi sono ritrovata incuriosita e intrigata dal suo personaggio, sentivo che c’era qualcosa di molto più profondo dietro a quei pettegolezzi sul suo conto e alla sua eclatante pazzia; aspettatevi tante belle soprese da questo meraviglioso personaggio, la “pecora nera della famiglia” più intrigante mai letta! E quando ho visto fiorire sempre più il rapporto tra lui e Nemesis, sono stata colpita dalla freccia di Cupido e ( manco a dirlo) me ne sono perdutamente innamorata! Tyrus è un leader nato, pronto a rischiare il tutto per tutto per il futuro dell’Impero e per l’amore che prova per Nemesis. Con lui come potenziale imperatore, l’intera galassia potrebbe entrare finalmente in una nuova era di pace e giustizia, dove la discriminazione sociale o di razza tanto perpetrata dalla sua tirannica famiglia nel corso dei secoli, sarebbe bandita per sempre. Quando è con Nemesis infatti, Tyrus desidera che lei sia sempre se stessa, che non nasconda la sua natura di Diabolic sotto mentite spoglie, che non si risparmi e che sia libera di esprimere la sua natura in tutta la sua cruda bellezza. Un principe del futuro da amare al 100% e che mi ha fatto battere il cuore tante, tante volte!


nessun altro avrebbe mai, mai, preso il suo posto nella mia esistenza. E, sì, lo amavo tanto quanto avevo sempre amato Sidonia, ma in un modo completamente diverso. Lui era una fame, una brama, un bisogno che non sapevo di avere.

Amanti del distopico e del sci-fi gioite con me e immergetevi nella lettura di questo piccolo capolavoro fatto di parole, pagine ed emozioni che vi sfiniranno, colpo di scena dopo colpo di scena, ma di cui non potrete che esserne entusiasti! Questo romanzo soddisfa appieno le caratteristiche che un Libro con la L maiuscola deve avere e che un lettore di questo genere letterario cerca per emozionarsi. S.J. Kincaid mi ha regalato emozioni uniche con le sue parole e le sono davvero molto grata per aver scritto una storia da cui non sono riuscita a staccarmi nemmeno per un minuto! Come chicca finale, pare che Diabolic sia stato opzionato per una trasposizione cinematografica che spero davvero con tutto il cuore sia il più possibile fedele alla bellezza di questa storia unica nel suo genere. Super standing ovation per S.J. Kincaid e per il suo splendente gioiello Diabolic!





Ecco a voi tutte le tappe le BlogTour


Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+