.

.

venerdì 18 agosto 2017

Recensione in anteprima "Maledetta voglia di te" di Pepper Winters, #5Indebted Series

Cari amici lettori,

vi parlo in anteprima di MALEDETTA VOGLIA DI TE, il quinto capitolo della mia amatissima serie Indebted di Pepper Winters, in uscita oggi 18 agosto grazie alla Newton Compton editori. Fino adesso ho davvero apprezzato questa serie perché, nonostante siamo giunti al quinto libro, la storia si fa sempre più avvincente ma anche più oscura, soprattutto dopo il finale che mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta e con gli occhi spalancati del libro precedente, Amami Adesso. Ora è arrivato il tempo di scontare il quarto debito…


Titolo: Maledetta Voglia di Te
Autrice: Pepper Winters
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Dark Romance
Uscita: 18 agosto 2017
Serie: Indebted #5


"Avevamo vinto. Avevamo sconfitto le bugie e i tradimenti e avevamo promesso un'alleanza che ci avrebbe liberati entrambi. Ma pur avendo vinto, abbiamo perso. Non ci siamo accorti di cosa ci aspettava al varco. Non sapevamo che avremmo dovuto pianificare una resurrezione".
Nila Weaver si è innamorata. Ha donato la sua anima a un uomo che credeva degno. E nel mentre, ha distrutto se stessa. Tre debiti sono stati pagati, mancano solo pochi giorni al quarto. L'Eredità del Debito ha quasi fatto un'altra vittima.
Jethro Hawk si è innamorato. Ha abbattuto i suoi muri per lasciar entrare una donna che credeva potesse curarlo. Per un attimo, si è sentito libero. Ma poi ha pagato a caro prezzo.

Non c'è più amore. Solo guerra. La speranza è morta. Ora intorno a loro c'è soltanto morte

mercoledì 16 agosto 2017

Recensione in Anteprima "Io lo Chiamo Amore" di Fabiola D'Amico #2 Cupido

Salve a tutti,
oggi Denise ci parlerà del secondo volume della serie Cupido di Fabiola D'Amico, "Io lo Chiamo Amore" in uscita oggi in versione ebook e prossimamente in cartaceo, grazie alla Newton Compton Editori.
Seguitemi e scopriremo cosa ne pensa...

Buona Lettura!



Titolo: Io lo Chiamo Amore
Autore: Fabiola D'Amico
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton Compton Editori
Serie: #2 Cupido


Ethan Feldman è un impresario discografico, è sempre attorniato da donne bellissime e non può fare a meno di… portarsele a letto. Il giorno dopo però se ne tiene ben distante perché le considera capricciose, viziate e di umore ballerino. Patty Mc Oween, la sorella del più caro amico di Ethan, fa l’architetto e da un po’ di tempo lo detesta. Perché? Cos'è cambiato tra di loro? Ethan decide di svelare il mistero e cade così nella rete che Ale Miller, proprietaria della Cupido Agency, ha tessuto per lui, una rete fatta di equivoche tentazioni ed erotiche provocazioni...


Serie Cupido


1. Amore Per Tre 1 Giugno 2017(Recensione)

Oggi ritorniamo a New York nell’atmosfera frizzante e magica della Cupido Agency con “Io lo chiamo amore”, l’ultimo romanzo di Fabiola D’Amico.
Siamo di nuovo alle prese con le frecce di Cupido, pronte per essere scoccate!
Avevamo fatto già la conoscenza di Klain Mc Owen e Simone Grange, che si erano innamorati durante il periodo più magico dell’anno: Natale. 
Ora è il turno di Patricia Mc Owen, sorella di Klain, e del suo migliore amico, Ethan Feldman.
Due personaggi che vi faranno divertire con continue battute sarcastiche e situazioni improbabili.
Ma soprattutto, rimarrete affascinate da Ethan, lo scapolo d’oro più sexy della costa occidentale degli Stati Uniti.
Allora, facciamo la conoscenza di questi due mattacchioni!!
Patricia, detta Patty, è mamma del piccolo JJ, ma anche una donna in carriera, uno stimato architetto di interni. Una donna un po' maschiaccio che preferisce abiti comodi e il football a tacchi alti e ambienti eleganti e sofisticati.
Patty è una donna che non si lascia abbattere da nulla e da nessuno ed ha sempre la risposta pronta, soprattutto per quel dongiovanni di Ethan Feldman.

Ethan è un imprenditore di successo nel campo discografico e, con grande determinazione, riesce ad ottenere sempre quello che vuole. Ama circondarsi sempre da belle donne, ma sembra allergico alla stabilità a lungo termine.

“Del resto, perché accontentarsi di una sola donna, quando la vita ti serve su un vassoio d’argento tante bellezze disposte a fare di te il proprio idolo, senza complicati coinvolgimenti sentimentali?”


Due persone che non potrebbero essere più diverse. Due mondi lontani. 

Ma gli opposti si attraggono e tra Patty e Ethan, ogni volta che si incontrano, non mancano certo le scintille. Gli unici che non si accorgono di queste scintille sono proprio gli interessati. 
Ci penserà la nostra Cupido a mettere le cose apposto.
Vi ricordate di Ale Miller, proprietaria della Cupido Agency? Lei non si farà scappare neanche stavolta l’occasione di far innamorare due anime che si appartengono. Come sempre, con l’aiutino della piccola Danielle, figlia di Klain, che dimostrerà di essere veramente una Cupido in erba.


Scopriremo come dietro le continue frecciatine, i nostri due aspiranti innamorati sono più simili di quanto pensino e perfetti per stare insieme. 
Patty, in fondo, è sempre stata attratta da Ethan... ma ora, chissà perché, cerca di odiarlo con tutte le sue forze, e non manca di ribadirlo ogni volta che incrocia il nostro playboy. Chissà cosa si cela dietro questo comportamento…

“Io ho scelto la strada della menzogna e, quando ti incammini su questa via, non puoi tornare indietro senza correre il rischio di ferire le persone che ami!”

Ethan Feldman, dal canto suo, non ha mai notato la bellezza di Patty, ma basterà una serata di San Valentino organizzata ad hoc, per fargli aprire gli occhi, nonché il cuore.
Ethan dimostrerà a Patty che può cambiare per lei ed essere l’uomo capace di stare al suo fianco e a quello di JJ. Un uomo che abbandonerà i panni del playboy da strapazzo per vestire quelli dell’uomo innamorato.

“Ethan Feldman non si ferma davanti a nessuno quando vuole qualcosa, e più di ogni altra cosa vuole te”

Chi potrà resistere a questo nuovo Ethan Feldman? Credetemi... nessuno!
Una storia che va via via crescendo di tono, tra continui botta e risposta e provocazioni, imprevisti e tentazioni di ogni genere. 


I continui battibecchi tra i nostri protagonisti rendono l’atmosfera divertente e accesa, mentre le continue allusioni e provocazioni rendono il tutto sensuale e intrigante.
Farete il tifo, come me, per questi due personaggi, e il finale sarà indimenticabile.
Non potrete dimenticare facilmente Ethan Feldman che è sicuramente, a mio parere, il personaggio meglio elaborato e descritto e che più attirerà la vostra attenzione. 
Anche stavolta sarete trascinati in questo mondo favoloso e magico, dove l’amore fa da padrone e non potrete uscirne più.
L’autrice con il suo stile e la sua fantasia ha fatto di nuovo centro, creando un altro capitolo di questa serie pieno di ironia e romanticismo allo stato puro. 


giovedì 10 agosto 2017

Recensione in Anteprima "La Doppia Vita di Amy Bensen. Ritorno alla realtà" di Lisa Renee Jones

Salve a tutti,
oggi Stella ci parlerà in anteprima del'ultimo capitolo di "La Doppia Vita di Amy Bensen. Ritorno alla realtà" di Lisa Renee Jones in uscita oggi in ebook, prossimamente in cartaceo, grazie a Newton Compton Editori. Venite a scoprire cosa ne pensa...

Buona Lettura!




Titolo:  "La Doppia Vita di Amy Bensen - Ritorno alla realtà" Autore: Lisa Renee Jones
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Contemporary Romance / Suspence

Data D'uscita: 10 Agosto 2017

Amy e Liam stanno finalmente per coronare il loro sogno d'amore. Ma con il segreto esplosivo che nascondono, i loro nemici li lasceranno mai vivere felici e contenti?



Per sei lunghi anni ho vissuto una vita in fuga, nella paura e devastata da ciò che avevo perso. Ma il giorno in cui ho incontrato Liam Stone le cose hanno cominciato a cambiare. Lui è molto di più del suo denaro o il suo potere, e persino di più della protezione che mi ha offerto. Lui è passione. È amicizia. È amore e felicità, ed è l'uomo che ha fatto suoi i miei nemici. E ora con il suo aiuto il segreto che mi ha portato a nascondermi è sepolto, e i nostri nemici sotto controllo. Liam e io possiamo finalmente iniziare una nuova vita e lasciarci tutto alle spalle. L'incubo è finito. A meno che...

mercoledì 2 agosto 2017

Recensione in anteprima "Love me in the dark" di Mia Asher

Ciao carissimi e ben ritrovati,

oggi la nostra Claudia ci parla in anteprima del nuovissimo romanzo firmato Mia Asher. Love Me in the Dark con la sua copertina originale, direi, molto attraente, che dice: "Leggimi subito!" Ma l'interno sarà bello come la sua cover? Vediamo cosa ne pensa Claudia...

Buona lettura!



Titolo: Love me in the dark
Autore: Mia Asher
Inedito in italia


Due sconosciuti a Parigi…


Un appassionante, devastante bacio.



Lui era l’artista al piano superiore

con il sorriso provocante e occhi sorridenti.



Lui era il diavolo che m’invitava a peccare,
convincendomi a ballare nel risplendente chiaro di luna.

Lui era desiderio e bisogno.

Quando mi toccava, il mio corpo cantava.
La mia anima tornava in vita.

Ma appartenevo a un altro uomo,

e lui non voleva lasciarmi andare via. 


Propongo di dichiarare maggio il mese di Mia Asher perché, tra l’uscita di Beautiful Girl qui in Italia e Love me in the Dark in America, in questo mese Ms. Asher ha dato un gradissimo contributo al vasto mondo della letteratura romance.
Ed è proprio di Love me in the Dark, uscito, appunto, a maggio negli States, che vi voglio parlare.  




Leggendo i primi capitoli di questo libro avevo già gridato al triangolo amoroso, ma solo andando più avanti nella storia ho capito che non è questo il caso.
Il matrimonio tra Valentina e William non vive di certo il suo momento più bello.
Dopo che Valentina ha scoperto il tradimento di suo marito, qualcosa in lei e nel suo amore per William si è incrinato. Da quel momento, niente è sembrato essere come prima.
Valentina si aggrappa ai ricordi più belli, ai giorni in cui l’amore tra lei e William sembrava interminabile per non perdere la speranza nel loro matrimonio. Lei continua ad amare William, ma ha paura che questo non sia abbastanza.
Quando suo marito le propone una vacanza a Parigi, le sembra l’occasione perfetta per provare a far funzionare di nuovo le cose.
Per motivi di lavoro, William è costretto a raggiungere sua moglie dopo qualche giorno, perciò Valentina ha la possibilità di passare del tempo nella meravigliosa Parigi da sola.
Visita e riscopre la città dell’amore che, tanto tempo prima, aveva visitato con il suo William.
Ed è proprio in questa città che, una sera, incontra un uomo dai profondi occhi azzurri e che, senza un apparente motivo, la bacia. Per quanto sia inaspettato quel bacio, Valentina si sente come irretita dalle labbra di quello sconosciuto. Quel bacio risveglia in lei sensazioni che con William sembrano essere finite.




Solo in seguito scopre che lo sconosciuto è anche suo vicino di casa.
Quando William la chiama per chiedere di tornare in America perché non potrà raggiungerla in Francia, Valentina decide di rimanere a Parigi, così da poter trascorrere del tempo da sola e capire quale sia la cosa giusta da fare con suo marito.
In questo periodo nasce un’amicizia con il suo vicino, il cui nome è Sébasten.
Con il bellissimo uomo francese inizia, inconsapevolmente, qualcosa in cui una donna sposata non dovrebbe essere coinvolta. Passa sempre più tempo con lui, si diverte in sua compagnia e dentro Valentina nasce qualcosa che va oltre la semplice amicizia che hanno stretto.
E Sébastien, di certo, non aiuta. L’artista francese non nasconde la profonda attrazione che prova nei confronti di Valentina, anzi, sembra quasi volerla spingere oltre il limite che Valentina si è autoimposta.
Valentina sente di amare ancora William e un tradimento con un francese è qualcosa che suo marito non merita.
Eppure, i sentimenti che nutre per Sébastien crescono di giorno in giorno, fino a diventare così “ingombranti” da non poter essere ignorati. Finalmente, Valentina capisce di amare Sébastien.
Sébastien ama Valentina, ma non riesce a convivere con l’idea che la prima donna che ama dopo tanto tempo sia sposata. Così, mette Valentina di fronte a una scelta: o lui, o suo marito.
Valentina vuole scegliere Sébastien. Valentina sceglie Sébastien. Ma quando William la raggiunge a Parigi pregandola, implorante e distrutto, di tornare con lui a New York, Valentina non sa quale sia la scelta da fare.
William, il primo uomo che abbia mai amato, con cui ha condiviso i momenti più belli della sua vita e che, nonostante l’abbia tradita una volta, sembra amarla profondamente; o Sébastien, l’affascinante artista che ha imparato ad amare e che la ama come una donna merita di essere amata?  
In quell’appartamento di Parigi Valentina dovrà prendere una decisione che influenzerà irrimediabilmente la sua vita.
Ma ciò che sembra giusto da fare, in seguito, si rivelerà essere il più grande errore della sua vita.

Love Me in the Dark  mi piace definirlo “il libro delle prime volte”.
È la prima volta che in un libro della Asher non compare un triangolo amoroso. Potreste dire: “quello che hai appena descritto ha tutta l’aria di essere un triangolo amoroso!”, ma credetemi quando vi dico che non lo è.
È la prima volta che la protagonista femminile di un libro di Mia Asher è così… debole.
Ma per quante le novità, a un primo sguardo, possano sembrare tante, i tratti unici e inimitabili della scrittura di questa autrice sono inconfondibili.
Mia Asher ha questa (assurda) capacità di trasformare una banale storia in qualcosa d’indescrivibile, caricandola di così tanti sentimenti contrastanti che sarà impossibile uscirne indifferenti.

Come ho accennato in precedenza, per la prima volta Mia Asher si discosta dal suo classico stereotipo di protagonista femminile.
Blaire di Beautiful Girl è una donna senza morale e disinibita.
Cathy di Arsen è una donna di successo, sicura di sé e, a volte, incurante dell’opinione degli altri.
Valentina, invece, è qualcosa di completamente differente.
È una donna succube del suo potente marito, ha dimenticato cosa significa essere se stessa per diventare la moglie perfetta che ci si aspetta di vedere affianco a un uomo ricco e importante come William.
Il suo amore per lui l’ha accecata, impedendole di vedere chi in realtà è William e in cosa il suo matrimonio si stava trasformando.
Ormai le sue scelte vertono tutte intorno a William, è giusto solo ciò che renda felice William.
Ha scoperto suo marito tradirla nella sua stessa casa, eppure è rimasta con lui, continuando ad amarlo nonostante dica di “non aver dimenticato”.
E per ogni pagina, per ogni frase detta nella prima parte del libro, io ho odiato con tutto il cuore Valentina.
La sua passività a tratti mi ha indisposto. Sebbene abbia fatto delle scelte che una donna sottomessa non avrebbe mai fatto, non riuscivo a non pensare al fatto che lei, nonostante tutto, sia rimasta con un uomo come William.


“Per tutta la mia vita non ero stata altro che la moglie di William, e il pensiero di scoprire chi fossi senza di lui mi spaventava.”

Di contro, devo dire che William è gran bravo bugiardo, e senza quei capitoli narrati dal suo punto di vista sarebbe stato impossibile capire la falsità di questo personaggio. E più cose saltavano fuori sul conto di William, più la mia rabbia montava, sia verso Valentia che verso lo stesso William.

“L’ho tradita e lei è rimasta perché mi amava troppo. E se le facessi credere che non sono nulla senza di lei, che ho bisogno di lei nella mia vita per sopravvivere, lei ritornerà da me con la coda tra le gambe per avermi ferito. È così facile. Così semplice.”

E poi c’è Sébastien.
L’unica gioia di questo libro.
Il sogno di ogni donna.
L’uomo dei miei sogni.
Il miglior personaggio di questo libro.
Sébastien è così… tutto, che è impossibile descriverlo come merita. Ha perso la donna che amava e il loro figlio, eppure non appena la possibilità di amare un’altra volte gli si presenta davanti, non si tira indietro. Si apre all’amore verso una donna già sposata e alle sofferenze che esso poteva riservare. Non si preclude l’opportunità di condividere il suo cuore con qualcun’altra e, onestamente, se questa non è la cosa più bella che ci sia al mondo, non so cos’altro meriti questa riconoscenza.

“Sébastien è come il sole. Buio senza di lui, brillante, così brillante quando è vicino a te. Lui può essere accecante, ma cosa importa quando il tuo corpo sta bruciando un’altra volta ancora?”

Il legame che Sébastien e Valentina condividono potrebbe essere considerata la prima cosa bella nelle loro vite dopo che la loro felicità è stata infranta: per Valentina, quando ha capito che suo marito la tradiva, per Sébastien quando un pazzo ubriaco gli ha portato via la donna che amava e suo figlio non ancora nato.
Ciò che accade a Parigi è una seconda occasione per entrambi i personaggi principali.
Valentina riscopre il vero significato dell’amore e Sébastien ricomincia a credere in quel forte sentimento che tanto tempo prima aveva provato.

“La felicità divenne reale. Tangibile. Aveva la forma di un uomo. L’intossicante odore della sua colonia. Aveva il suono della sua risata. Era come sentire le sue braccia attorno a me. Lui mi mostrava che cosa significava essere felice, così ridicolmente felice.”

“Quando il mio sguardo l’ha trovata, una parte di me ha sospirato e ha detto, eccola lì, ciò che stavi cercando- benvenuto nel mondo dei viventi un’altra volta, vecchio mio.”

Per troppi anni Valentina è stata succube di un uomo che, con l’inganno, l’ha irretita, convincendola di un amore che in realtà non è mai esistito. Aveva perso la sua indipendenza, la sua identità in favore di un ruolo che in un primo momento credeva perfetto per lei, ma che solo in seguito ha scoperto essere troppo sbagliato per calzarle a pennello.




Con Sébastien ritrova tutto ciò che aveva perso nel matrimonio con William ma, nonostante ciò, l’amore che Valentina prova per suo marito sembra essere così forte da impedirle di vedere con lucidità cosa sia giusto per lei.
Biasimare il comportamento di Valentina, effettivamente, non sarebbe corretto. L’amore rende ciechi, e Love Me in the Dark  può esserne la prova. Gli occhi di Valentina erano annebbiati, offuscati dal suo amore per William. Bisogna essere tremendamente coraggiosi per abbandonare tutto ciò che si è sempre conosciuto per andare incontro a qualcosa di cui si conosce ben poco.

“Il nostro matrimonio era tutto ciò che avevo- era un estensione di me. Il suo respiro era il mio respiro. La sua felicità era la mia felicità. Chi era Valentina senza William? Non lo ricordo più, e il pensiero di scoprirlo mi terrorizza.”

Love Me in the Dark  è un libro sulle seconde occasioni, sull’imprevedibilità della vita e sulle sorprese che essa può riservare.
Per chiunque avesse la possibilità di leggere in lingua questo libro, consiglio con il cuore in mano Love Me in the Dark perché è un libro che merita di essere letto e condiviso nel mondo letterario.
Non so cos’altro aggiungere per rendere giustizia a quest’ultimo lavoro Made in Asher, se non la mia più sincera valutazione. 






martedì 1 agosto 2017

Recensione in Anteprima "Dollar$" di Pepper Winters #2 Dollar Series

Ciao a tutti,

oggi Ersida ci parlerà in anteprima del secondo capitolo della serie "Dollar" di Pepper Winters, uscito in lingua con il titolo "Dollar$". Seguitemi e scopriremo insieme cosa ne pensa...

Buona Lettura!



Titolo: Dollar$
Autore: Pepper Winters
Serie: Dollar series #2
Genere: Dark romance

"Non avrei mai dovuto a chiedere una notte con te, questo non sarebbe successo mai successo se avessi avuto più forza di volontà"


Un ladro incontro un bene/possedimento e ha fatto quello che sa fare meglio.
Ora deve vivere con le conseguenze. Incluso con la ragazza che ha reclamato.
Pimplico e stata rubata e venduta tutto prima del suo ventunesimo compleanno.
Due anni con un master che quasi la uccisa e finita. Lei ha un nuovo master ora.
Un master che esige tutto, si aspetta tutto e richiede l'accesso nella sua mente.
Elder ha rotto innumerevoli regole quando ha presso la ragazza che non era sua.
Lei lo confonde e lo ammalia, ma il suo fascino non la salverà dai suoi desideri.
Lui vuole conoscere lei.
Lei vuole dimenticare.

Insieme.. sono condannati.




Avevo promesso a me stessa che avrei resistito e aspettato che uscissero tutti i libri della serie, prima di riprendere la lettura... eh va be, ho fallito in pieno... Ho cercato di resistere, ma ho sentito come se questo libro mi chiamasse tutti i giorni, e non ce l'ho fatta più. Sono crollata e tutt'ora ne sento le conseguenze...
I libri di Pepper Winters sono come il canto delle sirene, ti conquistano con la loro melodia.
Mi sembra inutile parlarvi della bravura di questa scrittrice, ne abbiamo la prova ogni volta che pubblica un libro... E questo libro non è da meno.
È più forte di me, ogni volta che leggo un suo libro ci casco in pieno... È spettacolare!
Inizio subito a parlarvi un po della storia: la fine del primo libro della serie mi aveva lasciata sconvolta.
Elder per un pelo salva Pimplico da altre torture o, forse, una morte sicura. Quasi in punto di morte, Elder le fa il regalo più bello che potesse esserci per lei: dare fine alla vita dei suoi aguzzini, e con le sue ultime forze spara, e sviene nelle braccia di lui.

Elder Prest era il più pericoloso uomo che io abbia mai conosciuto. Non
 perché lui poteva uccidermi quando voleva, ma perché lui aveva il potere di rubare molto di più della mia vita. 





Elder la prende con sé, con mille dubbi perché non sa quale sia la cosa giusta da fare: portarla nel suo mondo o consegnarla alle autorità. Ma l'attrazione che prova per lei, quell'attrazione che ha sentito dal primo sguardo che si sono scambiati, vince su tutto. E Pimplico diventa parte del suo mondo. Quel mondo in cui esiste solo lui con i suoi peccati e il mare intorno.



Mi devi Pimplico. Ti ho detto che non ero un eroe...

E da qui inizia la guarigione di Pimplico.. Non solo quella del corpo ma anche del cuore, mente e anima.. Con l'aiuto del dottore che Elder ha messo nella sua disposizione con solo il mare, stelle e il cielo a farli compagnia inizia la storia di questi due personaggi meravigliosi...


Con molte ferite profonde per entrambi, molti dubbi, paure e mille domande, iniziano a fare i primi passi. Pimplico ad avere un po' di fiducia in un altro essere umano e in se stessa, Elder, invece, per la prima volta cerca di aiutare qualcuno. Cerca di aiutare la sua piccola Topolina a non essere più derubata ma rubare agli altri. E piano piano i muri crollano da entrambe le parti, e diventano indispensabili per la guarigione l'uno dell'altra.

Mi piaceva la sua compagnia, la sua protezione, la sua amicizia. Con lui non sentivo l'urgente necessità di scrivere a 'Nessuno' . Non avevo la necessità di arricciarmi attorno ai miei segreti e tenerli vicino...

Che altro posso aggiungere su questo libro? Niente, perché è molto di più di queste povere parole che io ho usato per descriverlo.
Per chi legge in lingua, non posso non consigliare di leggere entrambi i libri della serie. Entrerete in un modo e ne uscirete diversi, cambiati.

Anteprima "The Store" di James Patterson

Cari amici lettori,

vi parlo in anteprima di THE STORE di James Patterson, in uscita il 15 settembre grazie a Longanesi. Un thriller di straordinaria attualità dove per la prima volta il male non è rappresentato da una persona ma da un’entità potente: il più grosso negozio on line del mondo. Una storia incentrata su una delle realtà più evidenti degli ultimi anni, la crescita vertiginosa dei colossi dell’ecommerce: James Patterson con The Store si allontana dalle sue serie di maggior successo e scrive un romanzo controverso e quanto mai attuale.




Titolo: The Store
Autore: James Patterson
Editore: Longanesi
Uscita: 15 settembre
Genere: Thriller
Pagine: 300



“The Store” è il più grande negozio on line del mondo, dominatore assoluto del mercato e delle vite di tutti, anche se nessuno se n’è ancora accorto. Come recita il claim pubblicitario, “The Store sa i tuoi bisogni prima che li sappia tu”, e infatti, non solo può consegnare ogni cosa di cui i clienti hanno necessità grazie all’utilizzo di droni, ma riesce persino a prevedere e anticipare le esigenze dei consumatori. Per la maggior parte delle persone tutto questo non è un problema, ma Jacob e Megan Brandeis, due scrittori newyorchesi, hanno delle riserve, e decidono di scoprire quale verità si cela dietro a “The Store”. Anche se non hanno più un contratto editoriale, anche se la vita è sempre più difficile per chi, come loro, si occupa di parole e carta stampata, c’è qualcosa che a loro non mancherà mai: il fiuto per una buona storia. Una storia che deve essere raccontata, a ogni costo. Così, prendono una decisione che potrebbe avere conseguenze inimmaginabili: si infiltrano in “The Store” per scoprire dall’interno quali siano i veri meccanismi che governano quel colosso commerciale. Svelarne i segreti potrebbe essere lo scoop del secolo, potrebbe cambiare la vita dell’intera nazione. Ma potrebbe anche porre fine alla loro. 

lunedì 31 luglio 2017

Recensione "366. La Favola di Donal e Isabel" di Naike Ror #2.5 R.U.D.E.

Cari amici lettori,

oggi vi parlo di 366.La favola di Donal e Isabel, spin off di Usheen, il secondo capitolo della serie R.U.D.E. di Naike Ror, uscito il 30 giugno in self published. Una storia d'amore intensa, dolce e travolgente con... tutti gli ingredienti di una favola…


Titolo: 366. La favola di Donal e Isabel
Autrice: Naike Ror
Editore: self published
Uscita: 30 giugno 2017
Genere: Contemporary Romance
Serie: #2.5 R.U.D.E.




Donal sospirò contrariato.
«Senti Isabel.» Sbottò. «Potremmo nasconderci dietro a "Mille altri dieci argomenti da evitare al primo appuntamento", ma la verità dei fatti è che siamo impediti in queste cose. Non…» si fermò alla ricerca delle parole. «Io non sono uno da gesti eclatanti, colpi di scena romantici e, a peggiorare la situazione, ammetto di avere una pessima tempistica negli approcci. Potrei andarmene, certo, però rimarrei con il rimorso di non aver almeno provato a baciarti.» Isabel lo guardava, immobile, silenziosa. Quel discorso era pericolosamente ambiguo. «Se ti dico questo è perché ho come il presentimento che se facessi un passo verso di te, tu potresti urlare e non è la reazione che vorrei provocarti.» Isabel lo guardò ancora. «Ovviamente con questo non voglio dire che ogni volta che mi avvicinerò a te vorrò baciarti, ma stasera l’intenzione era quella e, magari, sapere cosa ne pensi renderebbe tutto questo meno… ridicolo.»
«"Ridicolo"?» Ripeté lei.
«Abbastanza.» Isabel percepì l’imbarazzo di Donal e si sentì per la prima volta al suo stesso livello.
«Hai ragione Donal, siamo impediti.» Si sorrisero. «Non vorrei essere intimorita dalla tua presenza e ti giuro che le mie reazioni sono spontanee. Forse avrei dovuto indossare dei tacchi per sentirmi meno piccola accanto a te.»
Donal tornò a guardarla proprio come prima che lei sgattaiolasse via.
Isabel capì che quello era un momento che non voleva perdere, così, stringendo forte l’orlo del suo cappotto, attese che lui si avvicinasse.
«Sicura che non urlerai?» Le domandò.
Lei annuì.
Lui fece un primo passo, poi un secondo e Isabel chiuse gli occhi. «Respira, altrimenti invece che baciarti mi toccherà farti la respirazione bocca a bocca.» Isabel ridacchiò e finalmente Donal la baciò.
Questa è la favola di Donal e Isabel.




SERIE R.U.D.E.

1 - ROYLE (qui recensione)
2 - USHEEN (qui recensione)
2.5 - 366. La Favola di Donal e Isabel
2.6 - Sean (previsto per settembre)
3 - DUKE ( 2018)
4 - INEDITO





Quella che inizialmente doveva solo essere una novella, si è rivelata man mano una storia un po’ più complessa e importante, tanto da diventarne un romanzo. Così Naike Ror, ha deciso di regalarci una storia davvero coinvolgente su Donal, che abbiamo già conosciuto in Usheen e che ritroviamo in questo libro due anni dopo una sconvolgente perdita e, grazie al suo POV, riusciamo a carpirne il dolore provato. La vita di Donal andrà ad intrecciarsi con quella di Isabel che, invece, conosceremo in questo volume.


"Da quando ti preoccupi dell'apparenza?"
"Da quando ti considero mia e solo mia."

Si ritorna nell’Irlanda del Nord, e precisamente, a Ballymena, una piccola cittadina di impronta cattolica. Qui abita Isabel, sposata con un uomo dalla mentalità molto chiusa e bigotta, con il quale ha avuto due figli: Connor di quindici anni e Tara di sette, che sono costretti a vivere una vita non proprio idilliaca; infatti, quando il loro padre è presente, devono essere ben impostati e rigidi, quando invece lui è fuori, si sentono sicuri e felici. Isabel, rimasta incinta da ragazzina, è stata costretta ad un matrimonio riparatore, e da quel momento viene considerata, dalla famiglia di suo marito, la donna che gli ha rovinato la vita. Isabel deve apparire come la moglie ideale: deve vestire con abiti scuri in modo da non attirare su di sé l’attenzione degli altri, deve subire gli ordini perentori del marito e della sorella di quest’ultimo, nononchè di tutta la famiglia di lui che, come avrete capito, è di ideologia molto conservatrice. La sua giornata è scandita da orari ben precisi e viene controllata a vista, non è libera di prendere nessun tipo di iniziativa personale, nemmeno poter mettersi lo smalto rosso che lei ha sempre adorato. Isabel viene trattata come una schiava e oltre ad essere umiliata ogni giorno, deve anche riuscire ad accontentare tutte le richieste del marito, altrimenti rischia grosso. Tiene duro per amore dei suoi figli ma, quando il marito oltrepassa il limite che lei si era imposto, incoraggiata da suo figlio Connor, Isabel denuncia suo marito e viene fatta trasferire con i suoi figli a Derry, dove troverà lavoro come donna delle pulizie in un residence, e dove incontra Donal.




Donal si è chiuso in se stesso dopo la morte della sua Winnie. Si è un po’ allontanato da tutti, persino da Usheen, dandogli la colpa di quello che è successo. Donal sa, però, che Usheen non ha nessuna responsabilità e che la colpa di quello che accaduto è solo di Winnie. E’ un uomo scostante e inavvicinabile, dall’atteggiamento sempre minaccioso, e vive in un complesso di appartamenti sempre lontano da tutti. Donal è il capo della polizia di Londonderry e quando incontra Isabel, il suo mondo inizia a girare su un altro asse. Isabel è una donna impaurita e i suoi figli sono la sua vita. Tutto quello che fa, gira intorno a loro e non c’è spazio nella sua vita per un uomo. L’incontro con Donal le servirà non solo a rimettere in discussione la sua vita, ma anche lei come donna. Inizialmente Isabel si sente intimorita da Donal e subisce un po’ il suo carattere. Ma andando avanti nella loro conoscenza, iniziano entrambi ad avvicinarsi sempre di più, anche se gli ostacoli saranno molti. 


"Se quello che provi per me non ti dà abbastanza speranza, abbastanza amore e abbastanza forza per tagliare definitivamente i ponti col tuo passato, allora probabilmente non sono l'uomo giusto per te, Isabel."

Per Isabel non è facile aprire il suo cuore all’amore visto il suo vissuto, a volte non riesce ad esprimere i suoi desideri a Donal che, in quanto uomo, non ne coglie subito il significato. Ci saranno dei malintesi che porteranno Isabel a fuggire ancora una volta ma, adesso, per lei non ci sarà via di scampo…




Mi fermo qui altrimenti rischio di dire troppo e, se ancora non avete letto questo libro, di rovinarvi tutta l’atmosfera di una dolcissima favola. Una favola che, come da protocollo, per raggiungere il fatidico “e vissero per sempre felici e contenti”, dovrà aspettare che l’incantesimo finale e la magia che da esso scaturisce, possa rimettere tutto nella giusta posizione. Alcuni lettori mi hanno chiesto se bisogna per forza leggere Usheen prima di intraprendere la lettura di Donal e Isabel… Vi dico che per me non è necessario perché “366” è un romanzo a sé, e anche se ci sono riferimenti ad Usheen, il romanzo si può considerare indipendente.

Anche questa volta Naike Ror è riuscita a travolgermi nella lettura… Impossibile smettere di leggere, perché la storia rapisce sotto ogni punto di vista. E’ sicuramente una lettura coinvolgente, imprevedibile e appaga tutte le emozioni che si provano. Si ride, si piange, si inorridisce, ti fa arrabbiare e ti sconvolge perché gli argomenti trattati, anche questa volta, sono forti e ben descritti. Si percepisce proprio la grande ricerca di Naike su tematiche attuali come la violenza domestica, sia fisica che psicologica. E’ una storia che parla, sì, di sentimenti, ma anche di rinascita, perché fuggire dal passato e avere la forza di ricominciare una nuova vita non è poi così semplice come può sembrare. Riscattarsi è fondamentale, soprattutto per persone come Isabel e Donal, due protagonisti assolutamente imperfetti che insieme riusciranno a trovare la loro perfezione. 




Perché leggere i libri di Naike? Bè, credo che sia una delle poche scrittrici self che io conosca, che riesce a far vivere al lettore esperienze molto positive. Le sue storie non sono mai banali e hanno il potere di risucchiarti dalla realtà e sconvolgerti l’esistenza per l’intensità e le sensazioni che trasmettono. Io sono una delle prove viventi di questo: non sono riuscita a spegnere l’e-reader fino a quando non sono arrivata alla fine. Letto in un giorno, anche perché la diabolica Naike Ror, ha ben pensato di creare un conto alla rovescia man mano che si andava avanti con i capitoli… E da qui il titolo 366… Ed io dovevo sapere cosa doveva accadere alla fine e cosa significassero questi numeri che, all’inizio di ogni capitolo, andavano a ritroso. Sempre con il cuore in gola, quasi con un occhio chiuso ogni volta che giravo pagina per paura di cosa avrei potuto trovare… e questo countdown incessante che mi metteva ansia su ansia… Signurrrrrrrrrrrrr!!!



Ora, non ci resta che attendere la storia di Sean e il terzo libro DUKE della serie R.U.D.E.

A’ Naikeeeeeeeeeeeeee non farci aspettare tantoooooooooooooooooooo!!!!