Pagine

giovedì 14 settembre 2017

Recensione "La vendetta degli dei" di Jennifer L. Armentrout #4 Covenant series

Ciao a tutti amici,
oggi vi parlo de "La vendetta degli dei" di Jennifer L. Armentrout, quarto romanzo della Covenant series, uscito il 7 settembre grazie alla casa editrice Harper Collins Italia. Oramai tutte conoscete questa serie, e sono sicura che molte di voi hanno già acquistato, e forse anche letto, questo romanzo; in ogni caso vi lascio la mia recensione e alcuni teaser...
Buona lettura!



Titolo: La vendetta degli dei

Autrice: Jennifer L. Armentrout
Genere: Paranormal Fantasy
Serie: #3 Covenant Series
Editore: HarperCollins Italia
Pubblicazione: 7 Settembre


Alexandria ha sempre avuto paura di due cose: perdere se stessa dopo il Risveglio, ed essere ridotta in servitù per mezzo dell'elisir. Ma l'amore è sempre stato più forte del fato e Aiden è pronto a dichiarare guerra all'Olimpo e al lato oscuro di Alex pur di riaverla con sé.

Intanto il mondo è sull'orlo del caos. Gli dei hanno già ucciso una moltitudine di persone e potrebbero distruggere intere città nel tentativo di impedire ad Alex di cedere il suo potere a Seth, il primo Apollyon, rendendolo così l'invincibile Sterminatore di Dei. E interrompere l'oscuro legame tra lei e Seth non è l'unico problema, perché la sola persona che potrebbe sapere come arginare il disastro è morta da secoli. Ad Alex e Aiden non resta dunque che penetrare negli Inferi per parlare con lei e poi trovare il modo di tornare indietro. È un'impresa disperata e i pericoli in agguato sono inimmaginabili, eppure non esiste altro modo per impedire a Seth di diventare lo Sterminatore... o ad Alex di prendere il suo posto.


Covenant Series:


0.5 Daimon RECENSIONE
1. Tra due mondi RECENSIONE
2. Cuore puro RECENSIONE
3. Anima Divina RECENSIONE
3.5 Elisir
4. La vendetta degli dei
5. Sentinel



Prima di iniziare a parlarvi de "La vendetta degli dei", vorrei dirvi qualche parolina dolce riguardo a Elisir, novella 3.5 uscita il 4 Agosto proprio per deliziare le nostre giornate afose al mare. Inizio col dire che era troppo corta, so che le novelle lo sono ma io, una volta iniziato a leggere, non avrei voluto più fermarmi. Leggere di come il risveglio di Alex sia stato tanto traumatico e impetuoso mi ha lasciato a bocca aperta, solitamente nelle novelle troviamo poco e niente, qualche brodo allungato o dei pov di cui non interessa a nessuno, invece in questo piccolo capitolo la Armentrout mi ha davvero sorpresa e sopratutto incuriosita ancora di più per il suo seguito. Quindi care amiche ed amici se avete comprato la novella, vi consiglio di munirvi subito anche del suo seguito, LA VENDETTA DEGLI DEI, o avrete subito la voglia di fare una bella corsetta in libreria appena spento il vostro lettore digitale. In poche parole, la Armentrout non sbaglia un colpo nemmeno con le novelle!



Ormai mi conoscete e niente di questa autrice mi sfugge, in special modo i suoi fantasy, la adoro,
 e adoro tutti i suoi romanzi e la Covenant è una delle mie serie Paranormal/NA/Fantasy preferita.
Più la storia va avanti e più i destini dei protagonisti si intrecciano in modo ineguagliabile.


Ero nata per diventare una guerriera invincibile. E se qualcuno ' poteva uscire da quella situazione senza un graffio, quella ero io. E sarei stata io. Perché ero una combattente. Perché non mi arrendevo. Perché ero forte

Questo romanzo riprende dove Elisir ci aveva lasciati (a bocca aperta), con il risveglio di Alex in Apollyon e il suo odioso amore eterno per la sua metà divina Seth!
Alex, risvegliatasi in qualche sotterraneo chissà dove dentro una gabbia gigante di metallo, è completamente devota a Seth, e non vede l'ora di scappare per ritrovarlo e unirsi finalmente a lui. Mamma mia che pugnalata al mio cuore!



Decisamente il risveglio le ha fatto male, e il fatto che sia diventata cattiva nei confronti delle persone che amava e fan dell'Apollyon Seth non fa che peggiorare le cose. Tutti, in primis Aiden, che non la lascia sola nemmeno un minuto, stanno cercando di aiutarla, a volte in maniera non proprio consona, ma l'obiettivo è recuperare la vecchia Alex che si nasconde ancora in quel corpo, e impedire l'unione con Seth onde evitare la nascita dello sterminatore di dei.


sentivo lo sguardo di Aiden sul viso e pochi secondi prima che mi addormentassi, le sua labbra mi si posarono sulla fronte. Lo sentii sussurrate: «Eîste pànta mou...». Sei tutto per me

Aiden è qualcosa di favoloso, avevo perso la testa per lui al primo romanzo, il puro dal cuore d'oro che mi sorprende sempre più ad ogni romanzo.


Seth invece... wow, è diventato davvero... come dice Austin Powers nei suoi film... "Psicadelico". Sembra sempre più pazzo e la sua mania di persuadere e comandare mi ha lasciato un amaro in bocca non proprio facile da digerire, mi ha riempita di rabbia per il personaggio in cui si è trasformato, ma che io in cuore puro avevo davvero tanto amato. Insomma, la versione del Seth strafatto di Akasha non mi piace per niente, preferisco il vecchio Seth, mi ricordava molto Roth in Dark Elements.

Seth mi chiamò dibnuovò, mà io stavo crollando. Mi stavo I sgretolando. Tutto stava andando in pezzi. E i frammenti della persona che ero stata erano disgustati da quella che ero diventata. Il passato e il presente non potevano coesistere con il futuro. Ero divisa in due parti.

Poi... non parliamo di Alex, la temeraria e fantastica Alex che nella prima parte del libro era lo zombie personale di Seth, se avesse voluto mangiargli il cervello sarei stata contenta, e invece no! Continuava a ripetere in ogni frase "il mio Seth", tipo le bambole che si usavano tantissimi anni fa che continuavano a ripetere a rotazione sempre la stessa frase, 😖 stile bambola assassina che avremmo voluto buttare giù dalla finestra. Finalmente, dopo le prime sessantacinque - settanta pagine, la vecchia Alex è risorta dall'incubo zombie.


Ad ogni modo, questo romanzo ci prepara ad un finale da mozzare il fiato e che io non vedo l'ora di leggere, parlando di loro con un'amica, durante la lettura, abbiamo dedotto una cosa da questo finale, una cosa che può essere vista e non vista, un doppio senso che ci prepara all'inevitabile o a qualcosa di davvero straordinario.



Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+